Il legame del drago

il-legame-del-drago-harrison-fanucciIl fantasy non è una passione della prima ora, per me. È un genere che ho studiato, prima di innamorarmene, ed è stato proprio lo studio a farmelo apprezzare. Adesso è uno dei campi nei quali, in traduzione, mi sento più a mio agio e mi muovo meglio, ed è una fortuna che negli ultimi anni questo genere stia vivendo una nuova primavera. Certo, come in ogni caso simile, anche il ritorno alla ribalta del fantasy è stato favorito dalla commistione con un altro genere, in particolare con uno che da sempre si sposa bene con ambientazioni fantastiche e grandi avventure: il romanzo rosa. Tutti ricordiamo i romanzi delle vecchie zie, pieni di pirati impavidi e passionali, canaglie da domare e avventurieri dal cuore tenero. È un po’ come se fino a oggi i due generi fossero rimasti divisi da un solo, piccolo passo, e adesso le scrittrici di romanzi rosa potessero finalmente scatenare la propria fantasia in ogni direzione. Portando con loro le proprie lettrici.
Sicuramente c’è chi, davanti a questa unione, storce il naso. Credo siano principalmente gli uomini e gli appassionati di letteratura fantasy, che non vedono di buon occhio la possibilità che un genere che ospita eroi carismatici, spesso condannati alla solitudine, possa accogliere anche la fragilità, la complessità delle eroine femminili e le loro storie d’amore. Ma ciò che ancora di più mette in cattiva luce questa branca del romanzo rosa (di per sé disprezzato da sempre, perché letteratura di consumo per eccellenza) è la libertà con la quale le autrici del genere si allontanano dai tratti tipici del genere, per reinterpretare il fantasy in una nuova chiave romantica.
Il legame del drago, il romanzo scritto da Thea Harrison che ho tradotto per Fanucci editore, è l’esempio lampante di come l’assenza di un bagaglio di stilemi classici dia la libertà per stravolgerli completamente e dare vita a un universo secondario originale, in cui persino i draghi, creature tradizionalmente antagoniste degli eroi, possono diventare protagonisti, mostrare i propri sentimenti ed essere amati.
All’inizio, Il legame del drago mi ha disorientata. Per me, che avevo studiato più fantasy di quanto ne avessi letto, i tratti tipici del genere erano spesso contraddetti. Perché, se da una parte è ufficialmente vero che l’unica caratteristica fondamentale nel fantasy è la coerenza interna all’universo secondario ideato dall’autore, dall’altra è ufficiosamente reale la ridondanza di determinati temi, che sono (indebitamente?) diventati essenza del genere.
La traduzione dell’immaginario è da sempre un processo delicato, soprattutto quando il folklore e la cultura dei due Paesi che la traduzione metterà in contatto sono fra loro molto diversi. In quest’ottica, anche il ruolo del lettore è importante: se, come abbiamo detto, il fantasy accoglie una maggioranza di lettori di sesso maschile, questo nuovo genere parla a lettrici digiune, che potrebbero approdare al romanzo senza alcuna preparazione su cosa sia, per esempio, un coboldo. Inoltre, la devianza del testo dai temi e dai canoni tipici del genere richiede un’analisi ancora più attenta. Per questo motivo, lavorare su  Il legame del drago, e in generale sulla saga delle Elder Races, è stato divertente, stimolante e faticoso. E sembra che le lettrici abbiano notato l’impegno e la cura che ho dedicato a questo romanzo, perché sta piacendo davvero a moltissime.
Presto dedicherò un post anche a Il cuore della tempesta, il secondo volume della saga. E magari, per quella occasione, cercherò qualche aneddoto che racconti un po’ di ciò che succede dietro le quinte.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...